IC DANTE TRIESTE

 

Emergenza sanitaria Coronavirus

LA SCUOLA IN OSPEDALE SI MOBILITA

 

L’emergenza di questi giorni non ha fermato e non ferma gli insegnanti della Scuola in ospedale dell’IRCCS Burlo Garofolo di Trieste: da quando sono state chiuse le scuole, infatti, anche grazie alla collaborazione dei genitori degli alunni, le lezioni sono da subito proseguite con la didattica a distanza, utilizzando tutti i mezzi possibili, dalle videolezioni con Skype alle videochiamate mentre sono allo studio anche altre forme di comunicazione, meno tecnologiche ma non per questo meno efficaci, grazie all’aiuto di alcuni volontari!

Gli alunni che avessero bisogno di usufruire del servizio di Scuola in Ospedale possono pertanto rivolgersi ai referenti della scuola in ospedale utilizzando le seguenti mail: 

 

Maestra Roberta Gasperini                                               robertagasperni@icdantets.net

(scuola dell’infanzia e scuola primaria)

Prof.ssa Maria Grazia Pilla                                                mariagraziapilla@icdantets.net

(scuola secondaria di 1° grado)

Prof.ssa Elisabetta Gioseffi                                         elisabetta.gioseffi@liceopetrarcats.it

(scuola secondaria di 2° grado)

 

 

Scuola in ospedale presso IRCCS Burlo Garofolo di Trieste

L’istituto comprensivo Dante Alighieri di Trieste è scuola polo regionale per la Scuola in ospedale e l’Istruzione domiciliare: queste, a partire dal dettato costituzionale (art. 3, art. 34), “sono al centro di un sistema che […] promuove la tutela dei minori come titolari di diritti e beneficiari di garanzie” (Linee di indirizzo nazionali sulla Scuola in ospedale e l’Istruzione domicialiare (2019).

La scuola in ospedale, che ha sede presso l’IRCCS Burlo Garofolo di Trieste, offre un servizio gratuito, statale, valido ai fini legali e attivo durante l’anno scolastico. Vi si accede senza particolari formalità, sulla base della semplice richiesta e autorizzazione dei genitori. I docenti collaborano con le équipes dei reparti, le famiglie, le scuole territoriali di appartenenza, le associazioni di volontariato predisponendo attività didattiche personalizzate adatte alle condizioni psicofisiche degli allievi per garantire il loro diritto all’istruzione, nonostante la situazione di ospedalizzazione, ma anche occasioni di incontro, di formazione e di ricreazione. Il servizio è rivolto a tutti e assume particolare significato per i ricoveri lunghi o ripetuti. In quest’ultimo caso si affianca di norma all’Istruzione domiciliare, con modalità concordate con le scuole territoriali. L’intervento scolastico ospedaliero è infatti generalmente più significativo se viene effettuato in stretto collegamento con le scuole d’appartenenza dei degenti, in quanto assume più chiaramente la funzione di ponte tra la situazione di malattia-ospedalizzazione e la normalità. Nella scuola in ospedale presente nell’IRCCS Burlo Garofolo di Trieste, nell’a.s. 2019-2020, sono attive quattro sezioni: la scuola dell’infanzia, la scuola primaria e la secondaria di primo grado (lettere, tecnologia, arte e musica), gestite dall’istituto comprensivo Dante Alighieri; quella secondaria di secondo grado (inglese e matematica) gestita dal liceo classico e linguistico F. Petrarca di Trieste. 

I ragazzi ricoverati possono, previo autorizzazione dei sanitari e in collaborazione con le famiglie, svolgere delle attività al di fuori dall’ospedale, avere momenti di incontro con gli alunni del Dante presso il Burlo o presso le case di accoglienza dove sono ospitati bambine, bambini, ragazze e ragazzi seguiti dall’Ospedale pediatrico triestino. Partecipano inoltre a occasioni e iniziative (quali concorsi, mostre ecc.) che possano contribuire al loro benessere.

Il progetto beneficia dei fondi strutturali europei PON (Programma Operativo Nazionale) per la Scuola in Ospedale. Il servizio si attua al mattino (quando è maggiore la copertura oraria) ed è possibile coprire anche i day hospital oncologici, ma anche al pomeriggio. L’orario può essere flessibile, in quanto modellato in primo luogo sulle esigenze degli alunni, la cui frequente rotazione richiede modifiche e aggiustamenti continui. Le variazioni sono annotate sul registro personale. I docenti seguono il calendario scolastico dei rispettivi istituti.

bambini in Ospedale-principi guida e valori di riferimento